Digitale: il giusto approccio per la tua azienda

Quando si parla di digitale, specialmente in relazione al business, non si riesce mai a distinguere tra la realtà e la fantasia, questo perché molto spesso non viene fatta chiarezza all’interno della materia. Si tende a sottolineare le storie incredibili di alcuni imprenditori, Bezos, Musk, Jobs e altri, ma non ci si sofferma mai invece su tutte le startup che falliscono quotidianamente. Un’azienda proprio motivo non deve prendere alla leggera il tema del digitale.

Ma da dove possiamo partire per approcciarci al tema del digitale? Sicuramente fare riferimento a un professionista che possa realizzare un progetto insieme al CEO dell’azienda o al proprietario del negozio è fondamentale. Molto spesso infatti noto nell’azienda una mancanza di progettazione che porta a lungo termine porta ad un disorientamento da parte del titolare per due motivi principali:

  • Non si sa dove proseguire: possiamo infatti creare una newsletter con lo scopo di aumentare i contatti dell’azienda, però di fatti non riusciamo a convertire questi contatti.
  • Mancanza di tempo (e di voglia): solitamente dopo un inizio con tutte le buone intenzioni queste svaniscono nel nulla, lasciando quindi la parte digitale dell’impresa senza cura.

Una corretta pianificazione permette di evitare questi due problemi, creando una strategia digitale che dura nel tempo.

Digitale: cos’è e come usarlo per la tua azienda

Ma cosa prevede il digitale? Questa non è una domanda alla quale è facile rispondere, ma volendo trovare delle categorie possiamo dire che il digitale in generale comprende:

  • Attività di telemarketing (per capirsi le telefonate promozionali).
  • Redazione di un sito web.
  • Attività di mail marketing.
  • Attività social.
  • Integrazione dei processi.
  • Internet delle cose.

Sicuramente le ultime due sono gli ambiti più difficili da comprendere. Con “integrazione dei processi” intendo tutti quei software che sono dedicati a rendere le macchine “intelligenti” con lo scopo di migliorare l’efficienza e di accumulare delle misurazioni che vengono usate sempre a scopi aziendali. Invece con “internet delle cose” intendo tutte le macchine che possono essere controllate tramite la rete attraverso speciali sensori.

Proprio a causa di questa complessità ogni volta che inizio un rapporto con un nuovo cliente cerco di delineare con precisione gli obiettivi per poi capire (sempre insieme al cliente), quali siano le migliori attività da intraprendere insieme. L’unico consiglio che ritengo valido per tutte le cose che sono state detto fin ora è di intraprendere queste azioni con vigore senza lasciarsi intimorire dai concorrenti più grandi o dall’ambiente che magari inizialmente non risponde.

Come abbiamo visto il digitale quindi può rappresentare una vera e propria opportunità per ogni impresa, dobbiamo però pianificare e creare una strategia che ci permetta di creare una presenza digitale fruttuosa e longeva. Consulta gli altri miei articoli per capire come farlo al meglio!